Si stima una morte prenatale del 99% degli affetti. C’è una spiegazione di ciò che rende la patologia compatibile con la vita per quelli che sopravvivono (e hanno aspettative di vita anche considerevoli, vista l’incidenza di mortalità degli altri)?

Answer by Berry89
Dipende tutto dal tipo di geni che si trovano sul gene X che rimane. Infatti ci sono geni recessivi che non si manifestano perché è presente il secondo gene dominante e che ne permette la vita. Dal momento in cui questi geni recessivi non siano silenti, abbiamo una malattia che porta inesorabilmente alla morte. Inoltre è un modo che la natura utilizza per poter selezionare i più adatti dai meno adatti. Un esempio più esplicito è la sindrome di Down: in caso di concepimento di un bambino con trisomia 21, avremo una mortalità più alta rispetto ad un bambino senza nessun tipo di trisomia. Si calcola che su un incrocio pensato appostaaffinchéè possa portare ad uno zigote con trisomia 21 sia il 33%, ma alla nascita abbiamo una percentuale molto più bassa. Spero di averti dato una risposta esauriente.Ciao!